Kumin undokai

Kyoto, 2019/10/7
⛩⛩⛩⛩⛩⛩


Ieri, dalla mattina fino alle quattro e mezzo di pomeriggio circa, si è tenuto l’annuale kumin undokai tra i vari quartieri, 21 in totale, della zona in cui vivo. Vivo in questo quartiere oramai da 7 anni; sembra ancora ieri il giorno del trasloco, eppure già più di qualche anno è passato.

 

Che cos’è il kumin undokai

Conoscete il kumin undokai? Vi avete mai partecipato? Si tratta di un evento sportivo a squadre a cui partecipano gli abitanti dei vari quartieri. Ad ogni gara vengono attribuiti dei punti alle squadre partecipanti, a scendere dal primo all’ultimo. Vince, ovviamente, il quartiere che ottiene il punteggio maggiore. Alle prime tre squadre classificate vengono distribuiti dei premi (coppa, attestato e confezione di birra, di diverse dimensioni a seconda del piazzamento).

 

Questo undokai si svolge nel campo di una delle scuole della zona ed è un’occasione per passare del tempo piacevole tutti insieme, mantenendo vivi e cordiali i legami tra le persone ed i rioni. Inoltre, oltre alle gare valide per il punteggio finale ce ne sono altre pensate appositamente per i bambini più piccoli (asilo), per i ragazzini (elementari) e per gli anziani. Tutti possono partecipare, mettersi alla prova, sfidare gli amici, insomma godersi una bella giornata.

 

Per i più giovani è un giorno di festa perché possono rivedere e giocare con i propri compagni di scuola e di classe, per noi adulti, invece, è un giorno per passare del tempo all’aria aperta e per vedere persone che altrimenti, durante i vorticosi giorni lavorativi, sarebbe veramente difficile incontrare.

 

Quest’anno, dopo i tre primi posti consecutivi ed il terzo dell’anno scorso, siamo riusciti comunque a centrare ancora una volta il gradino più basso del podio, ricevendo, così, l’ambita cassa di birra (Kirin per l’esattezza, la migliore a mio avviso. L’avete bevuta? Che ne pensate? Vi piace?).

 

Il mio non ė un grande e popoloso quartiere. Di anno in anno l’età degli abitanti si va alzando e sta a noi quarantenni dare il nostro contributo per competere per le prime posizioni. Un giorno, spero, saranno poi i nostri figli a prendere il nostro posto. Ma questa è un’altra storia perché anche il Giappone sta cambiando molto e non sono così sicuro che queste attività tradizionali, legate alla storia di questo Paese, resteranno inalterate o, addirittura, esisteranno in futuro.

??????

Gallery:

https://www.pedoja.com/wp/portfolio/kumin-undokai-kyoto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp Chat su WhatsApp